Autore/i GIUSTIZIERO, GIANLUCA
Relatore PIVA, EVILA
Scuola / Dip. ING - Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Data 29-apr-2015
Anno accademico 2013/2014
Titolo della tesi L'effetto delle competenze dei compagni di studio sulla decisione di diventare un imprenditore
Abstract in italiano Il lavoro di Lazear del 2004 propone la visione dell’imprenditore come ‘Jack-of-all-trades’. L'intuizione che Lazear ha avuto è che, mentre per i lavoratori dipendenti è necessario essere uno specialista nel campo richiesto dall'impresa che lo ha assunto, gli imprenditori devono avere sufficienti conoscenze in una varietà di ambiti per combinare tutte le competenze necessarie per la sopravvivenza e il successo di un’impresa. La presente tesi parte da queste considerazioni e le estende mostrando che per essere “Jack of all trades” non è indispensabile vantare molteplici esperienze lavorative e una formazione eterogenea, perché è possibile acquisire conoscenze in diversi ambiti anche in altro modo. In particolare, sosteniamo che le variegate competenze necessarie per avviare una impresa possano essere acquisite anche tramite le interazioni sociali con i peers. Per tale motivo si è scelto di analizzare come peers group 1149 alumni del master MBA ed EMBA della Business School del Politecnico di Milano (MIP), che hanno conseguito il titolo tra il 2003 ed il 2012. Le classi del master del MIP hanno il vantaggio di essere composte in maniera casuale ed eterogenea con alumni dotati di elevato capitale umano. Utilizzando un modello probit su tale campione è emerso che la presenza di compagni universitari con diverso background scolastico e lavorativo in una stessa classe, innesca un meccanismo virtuoso che consente a ciascuno studente di arricchire le proprie competenze e conseguentemente determina l’aumento della probabilità che quest’ultimo diventi imprenditore. Applicando il principio dell’omofilia, da tale studio è emerso anche che gli individui tendano a comunicare principalmente con persone con le quali condividono gli stessi percorsi formativi e lavorativi, riducendo così la possibilità che vi sia influenza reciproca fra i componenti di una stessa classe che hanno diverso background scolastico e lavorativo. Questo fenomeno riduce la probabilità di arricchimento delle competenze del singolo individuo e, quindi, la probabilità che costui diventi imprenditore
Abstract in inglese Lazear in 2004 proposed the ‘Jack-of-all-trades’ view of entrepreneurship. The intuition behind this proposition is that entrepreneurs must have sufficient knowledge in a variety of areas to put together the many ingredients needed for survival and success in a business, while for paid employees it suffices and pays to be a specialist in the field demanded by the job taken. This thesis starts from these considerations and develops them showing that to be "Jack of all trades" is not necessary to have experienced different works and education experiences, because knowledge, in various fields, can be acquired in another way. In particular, we argue that the different skills needed to start a company can also be acquired through social interactions with peers. For this reason, it was decided to analyse, as peer group, 1149 students of master MBA and EMBA of Business School of Politecnico di Milano (MIP), who have achieved the title between 2003 and 2012. The classes of the master of MIP have the advantage of being composed randomly and heterogeneously with high human capital alumni. Using a probit model on this sample, it has been showed that the presence of classmates with different educational and work background triggers a virtuous cycle that allows each student to enrich their skills and consequently increase their likelihood to become an entrepreneur. Applying the principle of homofily, we have also found that people tend to communicate primarily with other people, with whom share the same school and works experiences, thereby reducing the possibility that there is mutual influence between members of the same class having different educational and work background. This phenomenon reduces the likelihood of enrichment of the skills of the individual and, therefore, the probability that he will become entrepreneur
Tipo di documento Tesi di laurea Magistrale
Appare nelle tipologie: Tesi di laurea Magistrale
File allegati
File Dimensione Formato  
2015_04_Giustiziero.pdf

accessibile in internet solo dagli utenti autorizzati

1.56 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in POLITesi sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10589/107791