Autore/i Frer, Luca
Relatore COLOMBO, MASSIMO GAETANO
Correlatore/i AGHASI, KEIVAN
Scuola / Dip. ING - Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Data 15-dic-2020
Anno accademico 2019/2020
Titolo della tesi Determinants of target CEO retention in cross-border acquisitions of small high-tech firms : the role of cultural distance
Abstract in italiano Le fusioni e acquisizioni di piccole imprese altamente tecnologiche sono una strategia sempre più diffusa per ottenere nuove competenze tecnologiche e capacità di innovazione, le quali sono tipicamente radicate nella conoscenza dei lavoratori delle imprese acquisite. Nonostante queste potenzialità, la gestione dei dipendenti acquisiti e il mantenimento della loro produttività innovativa nel periodo successivo all’acquisizione rappresentano una sfida per le aziende acquirenti, soprattutto quando una hanno cultura molto diversa dall’azienda acquisita. Il mantenimento dell’Amministratore Delegato (AD) dell’azienda acquisita ha un impatto diretto sulla produttività dei suoi lavoratori. In particolare, questa ricerca intende catturare l’effetto della distanza culturale sulla decisione di mantenere o sostituire l’AD. Come suggerito da diversi studi, le questioni culturali durante le acquisizioni internazionali non possono essere considerate in modo isolato. Perciò lo studio esplora possibili effetti moderatori di questa relazione. In particolare, le caratteristiche dell’AD - che sia il fondatore o meno, la durata del suo mandato e la sua esperienza internazionale - sono state considerate. Lo studio si basa su un campione di 298 fusioni e acquisizioni internazionali di piccole imprese altamente tecnologiche che sono avvenute tra il 2006 e il 2014 e che hanno coinvolto aziende statunitensi ed europee. L'analisi ha confermato un’associazione positiva tra il livello di distanza culturale e il mantenimento dell’AD dell’azienda acquisita. Il fatto che l’AD sia anche il fondatore dell'impresa e che abbia un lungo mandato a capo della stessa incrementano le probabilità che egli venga mantenuto anche dopo l’acquisizione in caso di elevata distanza culturale. L’effetto moderatore dell'esperienza internazionale sulla relazione tra distanza culturale e probabilità di mantenimento non ha coefficiente statisticamente significativo.
Abstract in inglese An increasing number of companies are relying on mergers and acquisitions of small high-tech firms to obtain new technological skills and innovation capabilities, which are typically embedded in the knowledge workers of the acquired companies. Despite these potential values, managing the acquired employees and maintaining their innovation productivity in the post-acquisition period is challenging for acquiring firms, especially when the acquirer and target have very different cultures. The retention of the target CEO has a direct impact on the productivity of the acquired knowledge employees in the post-acquisition period. In particular, this research intends to capture the impact of cultural distance on this retention. As suggested by several scholars, cultural issues cannot be considered in isolation from other variables during cross-border acquisitions. Hence, possible moderating effects on this relation are explored in this thesis. Precisely, the CEO characteristics – whether he is the founder or not, his tenure as CEO and his international experience – have been used as moderators. The study is based on a sample of 298 cross-border mergers and acquisitions of small high-tech firms that occurred between 2006 and 2014 and that involved companies from the United States and Europe. The analysis confirmed a positive association between the level of national cultural distance of the two involved firms and the target CEO retention. The fact that the CEO is also the founder of the company and a long tenure as head of the company increases the probability that he will be retained after the acquisition in the case of high cultural distance. Instead, the test of the moderating effect of the international experience of the target CEO on the relation between cultural distance and the likelihood of his retention is not statistically significant.
Appare nelle tipologie: Tesi di laurea Magistrale
File allegati
File Dimensione Formato  
2020_12_Frer.pdf

accessibile in internet solo dagli utenti autorizzati

2.79 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in POLITesi sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10589/170505