POLITESI Politecnico di Milano Servizi Bibliotecari di Ateneo Servizi Bibliotecari di Ateneo
 
   ALL THESES       POST GRADUATE THESES       DOCTORAL THESES   
My POLITesi
authorized users
italiano
Please use this identifier to cite or link to this thesis: http://hdl.handle.net/10589/33681

Full metadata record

DC FieldValue Language
dc.contributor.authorDE CIECHI, FABIO-
dc.contributor.authorGALLELLI, CARLO-
dc.date.accessioned2012-01-25T12:49:46Z-
dc.date.available2012-01-25T12:49:46Z-
dc.date.issued2011-12-21-
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/10589/33681-
dc.language.isoitait_IT
dc.titleFrontiere aperte. Strategie per la revitalizzazione dei centri storici calabresiit_IT
dc.typeLaurea Magistrale / Specialisticait_IT
dc.description.advisorBOERI, STEFANO-
dc.description.facoltaARC I - Scuola di Architettura e Societàit_IT
dc.description.corsolaureaARCHITETTURAit_IT
dc.description.tipolaureaLAUREA MAGISTRALEit_IT
dc.description.abstract-itaIl progetto di ricerca “Frontiere aperte” vuole indagare il tema del disagio insediativo e le modalita’ con cui le aree soggette al fenomeno dello spopolamento possano strutturare processi di riattivazione economica,trovando soluzioni partecipate al problema dell’abbandono dei centri storici. Esistono realta’ nel nostro paese in cui il problema e’ diventato risorsa, luoghi in cui si e’saputo colmare il vuoto con i progetti e la passione di chi crede che non sia ancora tutto perso. Punto primo, il tema dell’accoglienza, legato all’emergenza umanitaria dei profughi nel mediterraneo, qui si fonde con linee guida economiche e progetti architettonici che puntano alla revitalizzazione di un caso studio attraverso una matrice multiculturale. Il caso studio e’ Badolato, e si trova sulla stessa fascia Jonica Calabrese sulla quale giacciono, come morte, decine di carrette del mare, la stessa costa Jonica che e’ tra le aree a maggior rischio di disagio insediativo e la stessa costa Jonica che ha saputo insegnare a leggere le parole tolleranza e integrazione. Persone che vanno, persone che arrivano. Una diaspora forzata, che lascia l’amaro in bocca ma le voci di tanti popoli nelle orecchie. Punto secondo, saldamente legato al primo, il tema del recupero e dalla promozione in chiave turistica dei centri storici. Connettere, valorizzare, riscoprire e restaurare sono le parole chiave di un progetto di rinnovo sostenibile e solidale che trae il proprio valore aggiunto dalla multiculturalita’ delle proposte.La ricerca e’ stata organizzata in 3 parti fondamentali. La prima dedicata al tema dello spopolamento, la seconda all’immigrazione nell'area mediterranea e la terza legata alla fase di progetto. Tale ultima fase, partendo dall’analisi di progetti esistenti e gia’ verificati, propone una possibile soluzione al tema dell’abbandono dei centri sorici calabresi attraverso strategie di accoglienza e ricettivita’. Come e’ ben intuibile, accogliere, assume qui un significato bivalente e se da un lato le case abbandonate si aprono ai rifugiati politici di tutto il mondo, dall’altro diventano espressione di una nuova forma di turismo dove il senso del luogo diventa il senso di questo viaggio.it_IT
dc.subject.keywords-itaspopolamento; immigrazione; strategia; rinascita; revitalizzazioneit_IT
dc.subject.keywords-engshrinking; immigration; strategy; rebornit_IT
dc.subject.miurICAR/21 URBANISTICAit_IT
dc.coverage.academicyear2010/2011it_IT
dc.description.correlatoreINTI, ISABELLA-
dc.publisher.countryItalyit_IT
dc.publisher.namePolitecnico di Milanoit_IT
dc.type.controrelatoretesiit_IT
dc.description.fulltextrestricteden
dc.description.fulltextbncfrestricteden
Appears in Collections:POLITesi >Tesi Specialistiche/Magistrali

Files in This Item:

File SizeFormatVisibility
Frontiere Aperte _ De Ciechi_Gallelli.pdf64.22 MBAdobe PDFAccessible via Internet only by authorised users (AunicaLogin or Shibboleth) starting from: 5/12/2012 View/Open





 

  Support, maintenance and development by SURplus team @ CINECA- Powered by DSpace Software