Autore/i D'ASTOLTO, GIANTOMMASO
BRESSA, GIACOMO MARIA
Relatore GIUDICI, GIANCARLO
Correlatore/i SCELLATO, GIUSEPPE
Scuola / Dip. ING II - Scuola di Ingegneria dei Sistemi
Data 5-ott-2012
Anno accademico 2011/2012
Titolo della tesi Mergers and acquisitions in Italy : the analysis of value creation in the long run
Abstract in italiano Quello che ci spinge a trattare un tema come quello delle fusioni e acquisizioni, in un periodo di prolungata crisi come quello che il nostro paese sta vivendo negli ultimi anni, è la convinzione che questo tipo di transazioni non sia influenzato da mode passeggere e che, ogni volta che una nuova ondata di M&A si conclude, possiamo essere certi che in futuro ce ne sarà una nuova e di maggiori dimensioni. Inoltre il tema offre ampi spunti di riflessione, dal momento che nella letteratura in materia non è possibile osservare una convergenza di opinioni sulle potenzialità di creazione di valore intrinseche nelle operazioni di M&A. Se questo non dovesse bastare a giustificare l’importanza dell’argomento, riportiamo qui di seguito uno stralcio tratto da un articolo del “The Economist”, datato 18 Maggio 2012, a testimonianza dell’attualità del soggetto del nostro studio: “[…] le condizioni per una perfetta ondata di acquisizioni si stanno allineando. Uno shock globale ha colpito la maggior parte dei settori e c’è abbondanza di capacità inutilizzata. Molte attività, in particolare in Europa, si trovano di fronte ad una deregolamentazione, dato che le economie più in ritardo cercano di stimolare la loro competitività attraverso riforme strutturali. L’impulso ad acquisire è lì. Molte imprese sono già sedute sopra pile di denaro”. La seguente tesi verte sul tema delle M&A e sulle opportunità di creazione di valore derivanti da esse, con un particolare focus sulle piú recenti transazioni nel mercato italiano. Per raggiungere tale scopo, è stato analizzato un campione di 596 deal (per un totale di 1.148 imprese), negli anni compresi tra il 2004 e il 2009, riguardanti soltanto le transazioni i cui partecipanti erano entrambi italiani. Tutti i settori sono stati inseriti nello studio, fatta eccezione dei Servizi Finanziari, delle Imprese Pubbliche e delle Utility. Infine 6 diversi modelli di regressione lineare sono stati utilizzati per osservare l’incidenza di alcune caratteristiche del deal sulla creazione di valore finale, dal punto di vista della compagnia acquirente.
Abstract in inglese What leads us to discuss about a topic, such as the one of mergers and acquisitions, in a period of long-lasting crisis, such as the one our country has been facing over the last years, is the belief that this kind of transactions is not influenced by any sort of trends and any time an M&A phases out, we can be sure that a newer and bigger one will take its place in the future. Moreover, the matter leaves room to many cues to reflect on, since the literature in the field offers no consensus among the opinions regarding the opportunities of value creation deriving from M&A operations. If this is not sufficient to justify the importance of the subject, we report a fragment of an article by “The Economist” from May 18th 2012, as proof of its topical interest: “[…] conditions are now aligning for a perfect merger wave. A global shock has hit most industries, and there is plenty of spare capacity. Many businesses, particularly in Europe, face deregulation as lagging economies seek to boost competitiveness through structural reform. The merger impulse is there. Many firms are already sitting atop piles of cash.” The following thesis deals with the topic of M&As and the value creation opportunities deriving from it, with a particular focus on the latest transactions in the Italian market. In order to reach such a goal, a sample of 596 deals, regarding only the transactions whose participants were both Italian-based (for a total of 1.148 companies) within the years 2004 and 2009, has been analysed. All the industries have been inserted, except for Financial Services, Government and Utilities. Lastly, 6 different OLS regressions have been run in order to observe the impact of some of the deal features on the final value creation, under the acquirer’s perspective.
Tipo di documento Tesi di laurea Magistrale
Appare nelle tipologie: Tesi di laurea Magistrale
File allegati
File Dimensione Formato  
2012_09_BRESSA_D'ASTOLTO.pdf

accessibile in internet per tutti

1.57 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in POLITesi sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10589/69342